Giurisprudenza di Edilizia e Territorio 

Usucapione – interruzione – perdita materiale del potere sulla cosa – conseguenze

Sull'interruzione dell'usucapione e sugli atti che comportino la perdita materiale del potere di fatto sulla cosa oppure sugli atti giudiziari diretti a ottenere la privazione del possesso.

Condominio – parti comuni – distanze, apertura di finestre o vedute sul cortile comune

Sui condomini e sulla libertà o meno di usufruire delle parti comuni dello stesso.

Permesso di costruire - condizione per la cessione gratuita di fascia di terreno confinante

Sulla condizione alla quale il Comune rilascia o meno la concessione edilzia richiesta per una recizione di un’area sulla quale è stata legittimamente costruito un immobile, e cioè la cessione gratuita di una fascia di terreno confinante da destinare a pubblica viabilità.

Abuso edilizio - Inefficacia sanante del decorso del tempo nei confronti dell’abuso

Sull'efficacia sanante o meno del decorso del tempo nei confronti dell'abuso edilzio.

Servitù – Distanze - Luci aperte sul confine – Costruzione in aderenza – Conseguenze

Sulla tutela possessoria della aperture di luci.

Realizzazione di un balcone sovrastato da copertura e regime giuridico di subordinazione

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:

1)      qualificazione complessivo dell’intervento

2)      regime giuridico di subordinazione

3)   avvio del procedimento sanzionatorio (ordine di demolizione)

Nozione di pergolato e regime giuridico di subordinazione

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Nozione di pergolato ai fini della qualificazione di un intervento edilizio;
  2. Regimi giuridici di subordinazione in relazione alla natura dell’intervento, ovvero alla sua dimensione.
Convenzione tra Comune e privato – obbligo da parte di quest’ultimo a un facere – Contratto di diritto privato

È assodato che tutti i rapporti tra il privato e la pubblica amministrazione antecedenti la stipula della convenzione...
Appalti privati – Immobile senza concessione edilizia – Nullità del contratto – Conseguenze per l’appaltatore

L’articolato ragionamento della Suprema Corte mette in evidenza...

Impugnazione del permesso di costruire – legittimazione – vicinitas e confinante


La sentenza conferma un principio che si sta radicando in giurisprudenza: l’impugnazione è più facile per il confinante e più stringente sta diventando il concetto di vicinitas
Reiterazione vincolo – espropriazione – mancata previsione dell’indennizzo - giurisdizione

Appartiene alla cognizione del giudice amministrativo il sindacato sul provvedimento di reitera del vincolo a contenuto espropriativo privo della previsione dell’indennizzo, ancorchè...

Abuso – impossibilità alla demolizione – l’art. 34, 2° comma, D.P.R. 380/2001 esclude l’invocazione all’eccessiva onerosità

La sentenza ribalta la pronuncia del TAR per l’Emilia Romagna, sezione I, 733/2012 e riafferma un contrasto giurisprudenziale di grande attualità.
Accorpamento di due unità immobiliari: qualificazione intervento ed eventuale assoggettabilità al contributo di costruzione

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Natura giuridica del contributo di costruzione;
  2. Accorpamento di due unità immobiliari ed incidenza sul c.d. carico urbanistico;
  3. Circa la debenza o meno del contributo di costruzione per tale intervento relativamente alla parte degli oneri di urbanizzazione;
  4. Circa la debenza o meno del contributo di costruzione per tale intervento relativamente alla parte del costo di costruzione;
Qualificazione dell’intervento edilizio “accorpamento di due unità immobiliari”: restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia?
Realizzazione di balconi: qualificazione intervento e regime giuridico e sanzionatorio edilizio pertinente

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Acquiescenza di un provvedimento amministrativo che preclude l’impugnazione;
  2. Domanda di accertamento di conformità in pendenza di ricorso: effetti;
  3. Norme sulla partecipazione procedimentale: principio sotteso;
  4. Opere precarie: natura e caratteristiche;
  5. Maneggio: qualificazione e inquadramento nella legge regionale Lombardia n. 12/2005;
  6. Destinatari dell’ordinanza di demolizione diversi dagli autori dell’abuso ed effetti sull’area di acquisizione gratuita al patrimonio comunale;
  7. Rapporto tra liberalizzazioni attività economiche e disciplina edilizia.
  8. Termini per impugnare le disposizioni di uno strumento urbanistico.
Ristrutturazione edilizia con recupero di sottotetto

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. dualità dell’intervento edilizio di ristrutturazione edilizia;
qualificazione dell’abuso relativo alla trasformazione di una canna fumaria in nuovo camino in riferimento alla disciplina edilizia e alle norme igienico-sanitarie.
Realizzazione di balconi: qualificazione intervento e regime giuridico e sanzionatorio edilizio pertinente

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. preavviso di rigetto dell’istanza ai sensi dell’art. 10-bis della legge n. 241/1990;
  2. legittimità o meno della richiesta di parere alla Soprintendenza laddove risulta non imposto;
  3. qualificazione dell’intervento edilizio “realizzazione di balconi” e regime giuridico e sanzionatorio edilizio ad esso pertinente.
Nozione di pertinenza in materia edilizio-urbanistica e qualificazione degli interventi di pavimentazione delle aree di pertinenza degli edifici

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Nozione giuridica di pertinenza in ambito “edilizio-urbanistico”;
  2. Qualificazione dell’intervento di pavimentazione, realizzata in parte in cemento e per l’altra parte in bitume, dell’area di pertinenza degli edifici (per una superficie complessiva di mq 1.165).
Qualificazione tecnico-giuridica e legittimità dell’intervento edilizio “pensilina” aggettante su spazi comuni

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Obbligo o meno di esame delle memorie e dei documenti difensivi a seguito del preavviso di rigetto della domanda ex art. 10-bis della legge n. 241/90;
  2. Principio di nominatività e tipicità degli atti amministrativi e principio di legalità nei procedimenti edilizi di rigetto e i c.d. diretti dei terzi;
  3. Lavori edilizi su parti comuni e relativi ad opere non connesse all’uso normale della cosa comune: condizioni necessarie e tipologie;
Qualificazione dell’intervento edilizio “pensilina” e regime sanzionatorio in caso di realizzazione in assenza di titolo abilitativo preventivo.
Condono edilizio in zona agricola per cambio d’uso, deposito materiale a cielo aperto, parcheggio automezzi e posa containers metallici: qualificazione degli interventi

La sentenza affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Perimetrazione dei centri abitati nella normativa;
  2. Provvedimento sostenuto da più motivi e suo annullamento in sede giurisdizionale;
  3. Spargimento di ghiaia: qualificazione dell’intervento;
  4. Ordinanza di remissione in pristino: natura giuridica;
  5. Installazione di quattro containers: qualificazione dell’intervento;
  6. Manufatto in legno: qualificazione dell’intervento;
  7. Deposito a cielo aperto: qualificazione dell’intervento;
  8. Vetustà dell’opera e potere di controllo e sanzionatorio del Comune;
  9. Mancanza nell’ordine di demolizione dell’indicazione dell’area di sedime da acquisire gratuitamente al patrimonio comunale: effetti.
Differenze tra “sostituzione edilizia” e “ristrutturazione edilizia”

La sentenza riguarda una decisione del TAR Campania, Napoli, affronta le seguenti questioni di diritto:
  1. Differenza concettuale tra “sostituzione edilizia” e “ristrutturazione edilizia".

Visualizza news meno recenti

Contenuti recenti
App mobile
Clicca qui per scaricare l'app per il tuo cellulare o tablet
Google Play
Windows Phone
Eventi
<luglio 2014>
lunmarmergiovensabdom
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910
Iscrizione newsletter
Nome
Email
QR-CODE
Carrello
Il tuo carrello è vuoto
Seguici su Facebook
Seguici su Google Plus
Seguici su Twitter